David di Donatello 2020: Valeria Golino miglior attrice non protagonista

    Valeria Golino
    Valeria Golino

    Valeria Golino si aggiudica il premio David di Donatello 2020 nella categoria miglior attrice non protagonista con il film 5 è il numero perfetto.

    Inizia con il solo Carlo Conti presente nello studio l’edizione numero 65 del David di Donatello a causa dell’emergenza Coronavirus. Negli ultimi 10 anni i film che hanno ricevuto il premio del miglior film sono quasi tutti del genere drammatico ma la categoria preferita dagli italiani è l’horror. Nell’ultimo mese sono oltre 5000 conversazioni online sul premio. Un’edizione voluta per onorare i grandi del passato ma ribadire che il cinema vive nel presente e per testimoniare la volontà e la necessità di ripartire dopo la stagione di successo interrotta dall’arrivo dell’epidemia. In tutta Italia le sale cinematografiche stanno accendendo le insegne per dare un segnale.

    Il Presidente della Repubblica riceveva i vari candidati, quest’anno ha mandato un messaggio in cui fa pervenire gli auguri più sentiti, soprattutto per Franca Valeri, il cui premio testimonia il volere degli italiani: «Le professioni che implicano contatto ravvicinato tra le persone sono quelle più penalizzati ma ricordiamo che il cinema genera un importante indotto ed è l’arte del sogno per eccellenza. Il compito arduo che sarà ancora più sentito una volta tornati alla maturità. Voglio esprimere vicinanza a tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo e alle loro famiglie che stanno attraversando un momento di vera difficoltà. L’augurio è che vi sia una nuova esplosione di creatività e di bellezza come con il Neorealismo dopo la Seconda Guerra Mondiale.»

    Si aggiudica il premio per la categoria miglior attrice non protagonista Valeria Golino grazie alla sua interpretazione nel film 5 è il numero perfetto: «Dedico questo premio all’Italia, a tutti noi, a questo momento così fragile e potente, ed emozionante per tutti noi -ha detto l’attrice- Sono molto emozionata per il fatto che sia stato possibile ricevere questo premio stasera, grazie alla tecnologia abbiamo potuto rincontrarci. Possiamo farlo, e questa è una grande cosa. Spero che l’anno prossimo potremo gioire insieme, abbracciarci, baciarci, e le cose belle che si fanno nella vita».

    Carlo Conti legge il discorso di Mattarella
    Carlo Conti legge il discorso di Mattarella

     

     

     

     

    Lascia un commento

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui