Benny Benassi e Dardust live con l’action painting di Agron Hoti all’Arena di Verona

La notte di domenica 21 giugno all’Arena di Verona verrà realizzata e ripresa cinematograficamente una performance unica ed esclusiva, che fonderà la musica di Benny Benassi e Dardust con l’action painting del pittore albanese Agrom Hoti.

La suggestiva esibizione ad Arena vuota si svolgerà in occasione del primo giorno d’estate e dell’eclissi solare e sarà ripresa cinematograficamente da più camere alternate a droni, con un mix di punti di vista per valorizzare il luogo in cui gli artisti agiscono. Regia firmata da Stefano Camurri con il regista autore veronese Gianluca Magnoni. Per la prima volta Benny Benassi sarà accompagnato da Dardust, pianista italiano tra i più ascoltati al mondo, autore, compositore e produttore d’eccezione.

Durante il live set, il pittore e scultore albanese Agron Hoti, già promotore dell’iniziativa “La notte dei Re” realizzata a Roma con la presenza di grandi stelle del calcio come Francesco Totti, realizzerà la sua “action painting” adagiando sulla sabbia un’enorme tela quadrata bianca, che verrà poi coperta di nero ricavandone per contrasto, al centro, una sfera chiara. Il centro della pittura gestuale sarà proprio quella circonferenza, come se una luna dipinta si specchiasse sulla sabbia dell’Arena.

L’opera d’arte realizzata avrà una dimensione totale intorno ai quattrocento metri quadrati, dalla quale sarà poi ricavata una serie di pezzi unici. La luce si riaccende sull’Arena, vuota e in conformazione archeologica, grazie ad una performance che unisce la musica alla pittura contemporanea, all’interno di un tempio mondiale della cultura e dell’arte.

Questo il commento di Gianmarco Mazzi,direttore generale e artistico di Arena di Verona S.r.l. (eventi “live” e TV): «Grazie al grande Benny Benassi e ad Agron Hoti, alla loro sensibilità artistica, abbiamo potuto unire due idee in un’unica straordinaria performance live, che va idealmente a completare la prestigiosa trilogia iniziata con Diodato all’Eurovision e proseguita da Vittorio Grigolo con l’Inno d’Italia per il 2 giugno. Ringrazio Giuliano Occhipinti, promotore dell’iniziativa con Andrea Camporesi, per aver voluto legare all’evento un fine benefico, da subito avviato con una donazione di 20.000 euro a favore del progetto “Nuove Povertà” del Comune di Verona».

Arena di Verona illuminata d'azzurro
Arena di Verona vuota

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui