Daitona: trailer e poster del film di Lorenzo Giovenga con Lorenzo Lazzarini

Daitona, opera prima del regista Lorenzo Giovenca con Lorenzo Lazzarini e la partecipazione straordinaria di Ornella Muti sarà al Cinema delle Province il 27, 28, 29 e 30 giugno. Ecco il trailer del film.

Daitona è il film di Lorenzo Giovenga con Lorenzo Lazzarini, Luca Di Giovanni, Pietro De Silva, Lina Bernardi e con la partecipazione di Ornella Muti. Il film sarà al Cinema delle Province il 27, 28, 29 e 30 giugno.

Le parole del regista: ”Chi come me è cresciuto negli anni ‘90 è stato esposto in maniera consistente all’immaginario e alla cultura d’oltreoceano. L’America quando si è piccoli è una cosa cool, lontana e irraggiungibile, mentre da grandi – volenti o nolenti – diventa un modello con cui confrontarsi. Molti registi appartenenti alla mia generazione lo stanno facendo, producendo un nuovo tipo di cinema, fresco e contaminato, che si riappropria dei generi e che ingloba parte di quell’immaginario “Made in USA” senza tuttavia perdere l’identità nostrana e la nostra vastissima tradizione culturale e cinematografica. In Daitona l’America appare in filigrana fin dal titolo, pervade la storia e i personaggi, tutto si carica come in un’avvincente vicenda Hollywoodiana piena di colpi di scena. Alla fine niente è come sembra, le maschere cadono una dopo l’altra e tutto si smonta come in un gigantesco gioco degli equivoci a ricordarci che siamo  ancora nella vecchia e cara Italia, in cui tutto cambia affinché tutto resti uguale. Daitona è la mia opera prima e ho cercato di metterci dentro tutto ciò che ho sempre amato. I marci personaggi Bukowskiani, le sghembe situazioni alla Fratelli Coen, l’attenzione dei dialoghi di Tarantino, la comicità surreale di Edgar Wright, la luce intermittente di Mario Bava fino alla fascinazione più recente per le serie televisive, capaci di creare mondi come mai prima. I generi si mescolano in un caleidoscopico pentolone che mi sono divertito a forgiare personaggio dopo personaggio. La storia diventa quasi un pretesto per raccontare speranze, frustrazioni e desideri di Loris Daitona e di tutti i personaggi che gli ruotano attorno. Facendo dell’indipendenza un punto di forza e non uno svantaggio (avevo tutto il tempo di cui necessitavo, senza pressioni eccessive), ho lavorato moltissimo sui dialoghi e sugli attori con diversi mesi di prove, costruendo un immaginario filmico ex novo, che appartenesse a Daitona, con uno stile personale e definito. Sono andato in giro per la Capitale, ho filmato la “romanità”, mi sono fatto un sacco di corse a villa Torlonia e ho incontrato un gruppo unico di persone con cui poter realizzare qualcosa di bello, senza dover chiedere niente a nessuno. E quell’universo pensato per uno schermo bidimensionale è diventato tridimensionale, con numerosi rimandi tra immaginazione e realtà.”

Sinossi

Ventiquattr’ore nella vita di Loris Daitona, scapestrato scrittore romano, noto a tutti per aver pubblicato a soli sedici anni il suo unico e fortunato romanzo: il best-seller per adolescenti Ti Lovvo. Ma a distanza di dieci anni, che fine ha fatto Loris Daitona? In una mattina come tante altre Daitona si sveglia in una camera da letto sconosciuta, ignaro di ciò che è accaduto la sera precedente. Una macchia di sangue sul casco, un messaggio sul cellulare, una chiamata che gli ricorda di portare un certo Passero Rosso in un luogo stabilito e poco di più. Da questo momento il nostro scrittore sarà coinvolto in un turbine di mirabolanti scambi di persona, inspiegabili equivoci seriali, incontri di dubbia entità con poetesse erotiche, teppisti schizzati, attori fanatici e viscidi editori. In una Capitale che sembra Los Angeles, popolata da maschere grottesche e caricature endemiche, Daitona deve risolvere una serie di questioni: cosa diavolo è successo la sera precedente?  Cos’è il Passero Rosso? Cosa vogliono tutti da lui?

Daitona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here