Creators – The Past, il più grande fantasy prodotto in Italia con Bruce Payne e Gerard Depardieu

Creators – The Past, il più grande fantasy mai prodotto in Italia arriva al cinema dal 19 marzo 2020, con William Shatner, Bruce Payne, Gerard Depardieu, Eleonora Fani e Jennifer Mischiati.

Creators – The Past, il kolossal Sci-Fi made in Italy, arriverà nei cinema a partire dal 19 marzo 2020. Nel cast internazionale del film spiccano attori del calibro di William Shatner, Gérard Depardieu, Bruce Payne, Marc Fiorini e altri importanti nomi del panorama cinematografico internazionale. Il doppiaggio vanta le più grandi voci italiane del cinema hollywoodiano quali: Giancarlo Giannini, Luca Ward, Maria Pia Di Meo, Mario Cordova ed altri. Il lungometraggio già vincitore di 28 Awards, nato dall’estro creativo di Piergiuseppe Zaia, è il primo capitolo di una trilogia che sarà affiancata dall’omonimo romanzo Creators – The Past scritto dalla sceneggiatrice e attrice Eleonora Fani insieme a Gea Mizzani Corio.

Un imponente allineamento galattico si sta realizzando ed i suoi effetti influenzeranno ogni forma di vita nel cosmo. Otto Dei governano e dirigono l’universo: sono i Creators. In un’epoca lontana, essi forgiarono uno strumento che avrebbe custodito il sapere divino della creazione: la Lens; otto Lens per otto Creatori. Ognuno di loro diede vita ad un sistema stellare, racchiudendone i segreti e la chiave della sua essenza all’interno della Lens stessa. A distanza di anni alcuni pianeti e le loro creature cominciarono ad uscire dal disegno divino a cui erano predestinati. Ora è tempo per il Concilio Galattico di riunirsi e decidere le sorti dei cieli, ma serve il potere di tutte le Lens per governare l’universo e le sue leggi. Il nostro pianeta sta andando alla deriva e il Reggente della Terra, non volendosi conformare agli obiettivi del Concilio, non si presenta all’appello e nasconde la Lens nella dimensione umana. Questo scatenerà una corsa contro il tempo in una battaglia galattica all’ultimo sangue tra chi auspica il ritorno all’ordine stabilito dai Creators e chi, invece, vuole costituire un ordine nuovo. Mentre il mondo va alla deriva una ragazza addotta, Sofy, collo di clessidra tra due dimensioni, cercherà di trovare la Lens e portarla in salvo. All’interno di un universo multidimensionale due storie si incontrano e si compenetrano: quella umana e quella popolata da esseri alieni immortali. Un film dove la lotta per la tutela del genere umano spinge a mischiare il concetto del bene con quello del male e dove nessuno dei personaggi è completamente buono o completamente cattivo.

La colonna sonora, in Dolby Atmos, di grande impatto epico sinfonico, è stata realizzata a Vienna da un’orchestra curata dalla Blautoene; vanta ben 75 temi originali, scritti dal compositore e regista Piergiuseppe Zaia, di cui 25 saranno presenti nella compilation in uscita a marzo con la presenza di eccellenti voci tra cui Dimash Qudaimbergen e il soprano Adriana Damato.

Una sfida tutta italiana non solo per quanto riguarda il set cinematografico che ha coinvolto le più suggestive location d’Italia (Valle d’Aosta, Canavese, Vercellese, Biellese, Venezia, Ivrea, Lago Maggiore, Lago d’Orta) e lo storico Carnevale di Ivrea, ma anche per quanto riguarda la realizzazione degli effetti speciali che appaiono per più di due terzi del lungometraggio: la fase conclusiva di color grading è stata realizzata presso gli Studios della Fotokem a Burbank (Los Angeles) sotto la supervisione dell’italiano Walter Volpatto, colorist di Star Wars e di altri importanti titoli del cinema hollywoodiano. Elementi sinergici che collaborano all’unisono per esprimere tutte le potenzialità di un progetto a lungo termine che porterà alla realizzazione del più grande universo Sci-fi mai prodotto in Italia.

Gerard Depardieu - Creators
Gerard Depardieu – Creators

Sinossi

Otto entità aliene governano il Cosmo, sono i Creators. Da tempo immemorabile si riuniscono nel Consiglio Galattico per gestire l’equilibrio dell’Universo attraversato da scontri ed alleanze. E’ la fine dell’anno 2012. Si sta per verificare un imponente allineamento planetario che attraverso grandi cambiamenti vibrazionali darà inizio a una nuova Era, e che in concomitanza con un’eclissi totale oscurerà la Terra. Lord Kanaff (Marc Fiorini) è, degli otto Creators, l’attuale reggente e responsabile della Terra; egli è anche il guardiano di Ayon, computer galattico in grado di controllare la dimensione umana, e custode di Lens, hard disc contenente le registrazioni dell’intera storia dell’umanità.

Il Consiglio si riunisce per decidere come gestire al meglio l’allineamento in atto. È necessaria la collaborazione di tutti e 8 i Creators che devono mettere a disposizione la propria Lens per sfruttare l’energia sprigionata durate questo particolarissimo evento. Lord Kanaff non si presenta all’incontro, non ha intenzione di collaborare perché il pianeta terra non è pronto al passaggio, il genere umano è tra quelli più a rischio non avendo ancora completamente raggiunto l’evoluzione sufficiente per fare il salto. Lord Oghma (William Shatner), portavoce dell ‘Unione Galattica, dichiara Lady Airre (Eleonora Fani) la più adatta a convincere Kanaff a collaborare. In passato contribuì attivamente all’esperimento “uomo”, generò dei figli mescolando il suo Dna alieno con quello umano e continuò a controllare il loro esperimento attraverso agli addotti. Se Lei dovesse fallire il Lord dovrà essere deposto e sostituito.

Per poter attuare una qualunque di queste azioni Lady Airre deve impadronirsi della Lens. I due s’incontrano. Kanaff non scende a compromessi. La tensione tra i due diviene scontro per il possesso della Lens, pomo della discordia. Lord Kanaff, sconfitto da Lady Airre viene imprigionato nella cella degli Déi e la Lens gettata nella dimensione umana, nascosta ad Ivrea e trasformata in arancia durante il carnevale. La sfera finisce incastrata nella maschera protettiva di un arancere: Alex (PelleK), un giovane medico americano trasferitosi da poco in Italia. Ad Alex l’impatto con l’oggetto alieno cambia la vita. I filmati sconvolgenti contenuti e proiettati dalla sfera raccontano una storia del mondo alternativa, diversa da quella che i Potenti della terra vogliono continuare a presentare al genere umano. Le informazioni contenute nella Lens, se rese pubbliche, potrebbero minare le basi delle religioni e distruggere la cultura odierna. Un altro Creator brama il pianeta Terra, luogo perfetto per dare una nuova dimora al suo popolo morente: Lord Kal (Bruce Payne). Da molto tempo ha iniziato segretamente a dirigere la storia umana attraverso cloni alieni inseriti in posizioni di potere. Uno di loro, il Maestro di Fede (Gerard Depardieu), a cui è affidato il compito di gestire tutte le religioni del nostro pianeta, comincia a ribellarsi al Lord alieno scatenandone l’ira e una violenta reazione.

Troppi gli interessi in gioco e i personaggi coinvolti (umani, ibridi e alieni) perché non si realizzi una caccia all’oggetto. Il nemico è ovunque e ha molte spie… Unico obiettivo: trovare per primi la Lens anche a costo di uccidere chi l’ha in consegna.
Come Lady Airre per recuperare la sfera sfrutta il suo contatto con Sofy (Jennifer Mischiati), una ragazza addotta, così Lord Kanaff per liberarsi dalla sua prigionia utilizza Natan: l’ignaro, ibrido figlio di Lady Airre. In un film dove la lotta per la tutela della propria stirpe spinge a mescolare il concetto di bene e male, nessuno dei personaggi è completamente buono o cattivo. Riconoscendosi nei pensieri e negli obiettivi dei personaggi lo spettatore è accompagnato in labirintici sentieri che lo spingono a mettere in dubbio le proprie certezze e a considerare nuove visioni della realtà.

Creators - Locandina
Creators – Locandina

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui