Costanza Quatriglio, video intervista La bambina che non voleva cantare

La nostra video intervista a Costanza Quatriglio, regista del film La bambina che non voleva cantare, che ci ha raccontato il suo rapporto con Nada Malanima e lo sviluppo del film, la cui idea parte da lontano

Vi presentiamo la nostra video intervista esclusiva a Costanza Quatriglio, regista del film La bambina che non voleva cantare (leggi la nostra recensione), biopic su infanzia e adolescenza della cantante Nada Malanima. La regista ci ha raccontato come è nato il film dopo che aver già girato un documentario sulla stessa storia, del suo rapporto con Nada e di come poi è stato sviluppato il progetto, il rapporto tra la figlia e la madre Viviana, della cura della depressione, del giudizio di Nada sul film, e del suo prossimo progetto cinematografico. Il film andrà in onda il 10 marzo 2021 su Rai1.

Guarda anche le nostra video interviste alle protagoniste Tecla Insolia (Nada) e Carolina Crescentini (Viviana).

La bambina che non voleva cantare - Costanza Quatriglio e Tecla Insolia sul set (foto Fabrizio Di Giulio)
La bambina che non voleva cantare – Costanza Quatriglio e Tecla Insolia sul set (foto Fabrizio Di Giulio)

La storia

Nella campagna toscana dei primi anni sessanta vive la piccola Nada. Il suo universo è composto da nonna Mora, dalla sorella Miria, dal babbo Gino, un uomo buono e silenzioso, e dalla mamma Viviana, spesso preda di forti depressioni che la tengono lontana dalla figlia e dal mondo. Quando viene scoperto il talento di Nada per il canto, il cuore fragile della bambina si convince che solo la sua voce prodigiosa ha il potere di far guarire la mamma. E così, tra la gioia di veder la madre finalmente felice e la paura che la malattia si possa riaffacciare all’orizzonte, Nada cresce accettando ciò che Viviana desidera per lei, fino a quando quel grande talento sopravvivrà persino alle sue stesse paure: tutti scopriranno presto la voce unica di quella bambina che non voleva cantare.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome