Coronavirus: Real Madrid in quarantena, si ferma la Liga, rinviata City-Real

Real Madrid

Il Real Madrid è in quarantena e la Liga spagnola viene sospesa per due settimane, mentre la gara di Champions col Manchester City è rinviata. Si ferma anche l’Eredivisie

Dopo Arsenal, Juventus, Inter e Sampdoria (per Gabbiadini), dalla Spagna arriva la notizia che anche il Real Madrid è in quarantena per Coronavirus. Nessun giocatore o membro dello staff dei blancos è risultato positivo al tampone, ma la decisione è stata presa dopo la positività di un giocatore di basket del Real, la cui squadra condivide lo stesso centro sportivo della sezione calcistica, il Valdebedas.

Successivamente la Liga ha comunicato sul suo sito ufficiale la sospensione del campionato spagnolo di Primera Division e di Segunda Division (equivalenti alla Serie A e B) per le prossime due settimane, precedentemente già previste a porte chiuse: «Date le circostanze note questa mattina, in riferimento alla quarantena stabilita al Real Madrid e alle possibili positività nei giocatori di altre società, La Liga ritiene che le circostanze siano già in atto per continuare con la fase successiva del protocollo di azione contro COVID-19. Di conseguenza, conformemente alle misure stabilite dal regio decreto 664/1997 del 12 maggio, accetta di sospendere almeno le due prossime giornate. Tale decisione sarà rivalutata dopo il completamento delle quarantene decretate nei club interessati e altre possibili situazioni che potrebbero sorgere. LaLiga, in qualità di organizzatore del torneo, ha proceduto a comunicarlo a RFEF, CSD e Club».

L’UEFA si è quindi vista costretta a rinviare la gara di ritorno degli ottavi di Champions League tra Manchester City e Real Madrid, prevista per martedì 17 marzo. Rinviata anche Juventus-Lione per la positività di Daniele Rugani e la quarantena della squadra bianconera. Si ferma anche il campionato olandese, l’Eredivisie, fino al 31 marzo.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui