Coronavirus, Guido Bertolaso positivo: “Continuerò a seguire i lavori dall’ospedale”

Coronavirus, Guido Bertolaso positivo:

Coronavirus, Guido Bertolaso è risultato positivo: ad annunciarlo lo stesso ex capo della protezione civile con un post su Facebook. Qualche settimana fa aveva accettato l’incarico di supervisore per la Lombardia a fronte di un compenso simbolico di 1 euro.

“Sono positivo al Covid-19. Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia”, ha scritto su Facebook l’ex capo della Protezione Civile.

Pochi giorni dopo aver accettato l’incarico di supervisione per la Lombardia, Bertolaso ha dovuto sottoporsi ad un tampone risultato purtroppo positivo al Coronavirus. Il Governatore Attilio Fontana era stato molto felice di chiamarlo a supporto dell’emergenza e lo aveva ringraziato pubblicamente per aver accettato l’incarico. Un rischio corso in cambio di un compenso simbolico di un euro. “Ho trascorso tutta la vita dalla parte di chi è in difficoltà, non potevo non accettare”, aveva dichiarato il diretto interessato. Ora ovviamente si stanno ricostruendo gli ultimi spostamenti di Bertolaso per capire se ci sia stato il rischio di contagiare altre persone nel corso del suo lavoro sul campo.

Bertolaso positivo al Coronavirus: la risposta di Lombardia e Marche

Il Governatore Fontana ha escluso questa possibilità e ha piuttosto dimostrato vicinanza al suo stimato collaboratore: “Non ho avuto nessun contatto stretto, l’ho visto solo domenica alla Fiera e siamo stati vicini per neanche due minuti […] Non torno in quarantena. […] Bertolaso mi ha espresso con la solita forza e determinazione di voler continuare a lavorare anche se evidentemente da remoto ma è sempre al nostro fianco e ci darà una mano per portare avanti la realizzazione dell’ospedale”, ha concluso il numero 1 della Regione Lombardia.

La Regione Marche, invece, sta valutando ancora il da farsi. Di recente infatti Bertolaso si era recato ad Ancona per individuare la sede più idonea per un struttura da 100 posti letto di terapia intensiva. Il consulente straordinario aveva effettuato diversi sopralluoghi sul territorio e aveva partecipato e degli incontri con il Governatore Luca Ceriscioli e altre persone, tuttavia non aveva mai tolto né i guanti né la mascherina.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui