Conte firma Decreto Ristori: “Soldi subito sul conto corrente, lockdown se non si rispettano regole”

Giuseppe Conte 2

Il Premier Giuseppe Conte ha illustrato i punti del Decreto Ristori che prevede versamenti direttamente sul conto corrente dei beneficiari, 1000 euro come indennizzo per i lavoratori del mondo dello spettacolo e del turismo e la sospensione della seconda rata dell’Imu

Il Premier Giuseppe Conte è intervenuto in una conferenza stampa straordinaria a Palazzo Chigi insieme a Stefano Patuanelli e il ministro dell’economia Roberto Gualtieri per illustrare il Decreto Ristori che sarà prima possibile approvato in Gazzetta Ufficiale e consentirà aiuti economici per le categorie che sono state penalizzate con le misure dell’ultimo DPCM in vigore da ieri fino al 24 novembre su scala nazionale.

Oltre ai ristori immediati del 150% o 200% che andranno alle aziende, è previsto credito d’imposta per gli affitti commerciali per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, un’indennità per i lavoratori dello spettacolo e turismo di 1000 euro e 100milioni per la filiera agricola e della ristorazione. Nel decreto è inoltre prevista l’esenzione della seconda rata dell’Imu e la sospensione dei versamenti dei contributi dei lavoratori per il mese di novembre.

I contributi a fondo perduto arriveranno direttamente sul conto corrente delle categorie interessante, in automatico nei prossimi giorni, con bonifico dell’Agenzia delle entrate“, ha dichiarato il premier che inoltre ha ammonito la popolazione sulla possibilità di un nuovo lockdown generalizzato, che dovrebbe essere annunciato domani in Francia, se non ci sarà il rispetto delle regole imposte dal governo: “Se rispettiamo queste misure abbiamo buone possibilità di affrontare dicembre senza un sistema sanitario sotto stress, altrimenti ci troveremo di fronte alla necessità di un lockdown, ipotesi che dobbiamo scongiurare“.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui