Clique, su Infinity dal 14 febbraio la serie dalla sceneggiatrice di Skins

Clique

In arrivo in anteprima esclusiva Clique, la serie televisiva inglese che unisce le atmosfere di Gossip Girl a quelle di Le regole del delitto perfetto, scritta da Jess Brittain, già nota per Skins. Su Infinity dal 14 febbraio. 

Arriverà il giorno di San Valentino su Infinity Clique, la serie tv inglese scritta da Jess Brittain già nota per la serie cult Skins. La serie, già rinnovata per una seconda stagione, è incentrata su due amiche dell’università che cercano di farsi strada nell’ambiente accademico. Un mix tra thriller e mondo universitario frutto di una sapiente fusione tra serie di successo come Le Regole del delitto perfetto e Gossip Girl. Ambientata ad Edimburgo ha come protagoniste Holly e Georgia, amiche d’infanzia che metteranno a dura prova la loro amicizia una volta giunte all’Università. Georgia viene infatti scelta per far parte di una società elitaria, la Solasta Women’s Initiative, guidata dalla professoressa Jude McDermid. Il cambiamento repentino dell’amica porterà Holly a seguire Georgia in un mondo fatto di feste esclusive e di potere, dove i compromessi sono la merce di scambio per il successo.

Clique

Holly McStay (Synnøve Karlsen) ha diciannove anni, è amica d’infanzia di Georgia Cunningham e nonostante le apparenze nasconde un passato oscuro. La sua infanzia difficile l’ha resa resiliente, in grado di superare qualsiasi ostacolo sul suo cammino, ma anche schiva, incapace di far parte di un gruppo, a differenza della migliore amica. Per seguirla, e cercare di capire perché la Solasta Women’s Initiative ha cambiato Georgia, scoprirà un mondo fatto di eccessi e compromessi pericolosi. Avrà trovato finalmente la comunità perfetta in cui integrarsi? Dopo l’incontro con il Professor McDermid e la sua “Clique” dovrà capire se questo sia il paradiso o l’inferno, avendo conosciuto le persone più pericolose che abbia mai incontrato. Il suo spirito da investigatrice la porterà dunque ad indagare sul cuore oscuro di una società e di un’élite così scintillanti.

CliqueGeorgia Cunningham (Aisling Franciosi) è la migliore amica di Holly: solare, sensibile e un po’ infantile, sa sorridere tanto e fingere bene. Si caccia spesso nei guai ma ne esce sempre fuori, anche grazie al suo talento innato nel coinvolgere le persone in ogni causa decida di sposare. Georgia e Holly hanno condiviso molto durante l’infanzia ma, una volta giunta al College, Georgia viene scelta per entrare a far parte di una società elitaria e non sarà più la stessa. Assegnata al dipartimento delle relazioni con i clienti, la sua vita subisce un cambiamento repentino, tanto da farle perdere l’entusiasmo e l’ottimismo che la caratterizzavano. Cerca così di eliminare ogni rapporto con Holly, non riuscendo a reggere il giudizio negativo nello sguardo dell’amica, che la conosce bene e che ha capito, ancor prima di lei, di che pasta siano fatti tutti i membri della Solasta Women’s Initiative.

Clique

Altri personaggi sono Rachel Maddox (Rachel Hurd-Wood), un’ambiziosa ventenne, manipolatrice nata e acerrima nemica di Holly; Fay Brookstone (Emma Appleton), primo e scontento membro della Clique; Phoebe Parker-Fox (Ella-Rae Smith), l’amante delle feste; Louise Taggart (Sophia Brown), la più intelligente e pragmatica del gruppo; Jude McDermid (Louise Braley), la filosofa e filantropa cofondatrice della Solasta Women’s Initiative; Alistair McDermid (Emun Elliott), il carismatico fratello maggiore di Jude, nonché CEO della Solasta Finances e fondatore della Solasta Women’s Initiative, un uomo apparentemente perfetto ma dall’animo corrotto e perverso; Rory Sawyer (Mark Strepan), l’affascinante collega di Alistair che nasconde però un grande lato oscuro; James Buxton (Jack Bannon); Charlie Lamont-Smith (Chris Fulton), doppiogichista e materialista fidanzato di Phoebe; Sam (Harris Dickinson), musicista di successo annoiato dalla vacuità della maggior parte delle ragazze che conosce, fino all’incontro con Holly; Elizabeth (Sorcha Groundsell), seria e perspicace, rappresenta l’unica realtà sana nel caos oscuro in cui Holly è piombata; infine Mo (Peter Bankole), un immigrato clandestino somalo che cerca di costruirsi una vita, anche il suo legame con Holly rischia di compromettere ogni cosa.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui