Claudia Gerini ed Emanuela Annini, intervista Detective per caso

Video intervista a Claudia Gerini ed Emanuela Annini per il film Detective per caso. Un’esperienza inclusiva tra ragazzi con disabilità e normodotati, che le due attrici tengono a sottolineare.

Vi presentiamo la nostra video intervista esclusiva a Claudia Gerini ed Emanuela Annini, due delle interpreti del film corale Detective per caso, diretto da Giorgio Romano. Le due attrici ci hanno raccontato la loro esperienza nel film, e la sua importanza nel mostrare che anche dei ragazzi con delle disabilità possono interpretare dei ruoli cosiddetti “normali”, chiudendo poi con il ruolo che sognano di interpretare. Dopo essere stato presentato in anteprima all’ultima Festa del Cinema di Roma, Detective per caso arriva nelle sale come evento speciale il 18 e 19 marzo, distribuito da Medusa Film. Qui invece trovate il video integrale della conferenza stampa con Claudia Gerini, Lillo e il resto del cast, e la video intervista esclusiva a Stella Egitto.

Sinossi: Giulia è una ragazza brillante, astuta e determinata che non cerca legami sentimentali duraturi e non nasconde la sua passione per i misteri! Soprattutto, le piace scoprire le persone, vedere oltre ciò che mostrano. La sua amicizia con il cugino Piero sarà messa a dura prova dalla storia d’amore tra il ragazzo e Marta, una giovane bellissima ma problematica. Infatti, ben presto, la situazione precipita a causa sua e Piero verrà coinvolto, suo malgrado, in una rapina i cui risvolti gli apriranno le porte del carcere. Giulia, che ha sempre sognato di fare la detective da quando era piccola, decide di scoprire lei stessa la verità per dimostrare l’innocenza del cugino a cui nessuno sembra credere. Per fare questo, trova la forza e ispirazione nel suo personaggio giallo preferito, la Detective Ramona (Claudia Gerini), protagonista di Occhio Privato, la serie più amata da Giulia. Quando Giulia incontrerà per caso il suo idolo, sarà proprio la sua iconica frase “Niente che una buona indagine non possa risolvere!” a spingerla a investigare, accompagnata dai fedeli amici. Tra fughe rocambolesche e tragicomiche, momenti toccanti e significativi, la storia, in un crescendo ironico, si risolverà con l’innocenza di Piero e la cattura del vero responsabile. Una storia coinvolgente e piacevole, che parla di amicizia e di legami familiari che non si disgregano di fronte alle difficoltà ma si rafforzano facendo riaffiorare ciò che si è creduto perso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here