Chick Corea e Steve Gadd aprono il 41° Roma Jazz Festival

Roma Jazz Festival

Domenica 5 novembre alle ore 21 alla Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica il sestetto di Chick Corea e Steve Gadd apre la 41° edizione del Roma Jazz Festival dal titolo “Jazz is my Religion”, fino al 30 novembre.

Nel loro video di presentazione i due leader si divertono ad invertire i nomi di questo straordinario sestetto. Si tratta infatti di una formazione con due leader, che sono anche leggende viventi. Da un lato Steve Gadd, forse uno dei batteristi che più ha influenzato il drumming degli ultimi quarant’anni, dall’altro Chick Corea. In qualunque elenco dei pianisti jazz più influenti degli ultimi cinquant’anni, Armando “Chick” Corea è una presenza inevitabile. Non c’è genere o stile che egli non abbia toccato, dalla tradizione al free fino al jazz-rock dei Return to Forever e dell’Elektric Band. Ma Corea è anche un uomo profondamente attratto dalla spiritualità, che nel suo caso ha preso la forma di Scientology. La sua adesione al culto fondato da Ron Hubbard risale alla fine degli anni Sessanta e persino due suoi dischi, “To the Stars” e “The Ultimate Adventure”, sono ispirati a opere di Hubbard, la cui filosofia, secondo la sua stessa testimonianza, ha influenzato la sua intera concezione musicale: “Non volevo più soddisfare me stesso”, ha affermato. “Volevo veramente connettermi con il mondo e fare in modo che la mia musica significasse qualcosa per le persone”. Si può scommettere che ci sia riuscito.

Roma Jazz Festival

Il titolo del festival, “Jazz Is My Religion”, è tratto da una poesia dello scrittore americano Ted Joans, e sulle sue tracce il festival vuol celebrare il jazz come una grande forza che, secondo le parole del direttore generale Unesco Irina Bokova, veicola “un messaggio universale di pace, che armonizza ritmo e significato, che porta valori significativi per ogni uomo e donna, che fornisce opportunità uniche per la comprensione reciproca, attraverso l’ascolto, la riproduzione, l’improvvisazione”. Non a caso, l’Unesco ha inserito il jazz nel Patrimonio Culturale dell’Umanità. Un messaggio tanto più urgente in tempi come i nostri, nei quali la religione sembra diventata sinonimo di divisione, più che di unità, e di odio, più che di amore universale. Allo stesso tempo, il programma è anche una commemorazione di molte date significative nella storia di questa musica: i cent’anni dalla pubblicazione del primo disco di jazz, il centenario dalla nascita di Thelonious Monk, Ella Fitzgerald e Dizzy Gillespie, il cinquantenario della scomparsa di John Coltrane.

Roma Jazz Festival 41a edizione

CHICK COREA/ STEVE GADD SEXTET

Chick Corea, tastiere; Steve Gadd, batteria; Lionel Loueke, chitarra:
Carlitos Del Puerto, basso; Luisito Quintero, percussioni; Steve Wilson, sax e flauto.

Domenica 5 Novembre SALA SANTA CECILIA ORE 21

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (ROMA)

Biglietto da 25 a 40 euro

Info 06-80241281

http://www.auditorium.com

http://www.romajazzfestival.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here