Home Extra Interviste Extra Carlo Conti parla del Covid che lo ha colpito e di cancro...

Carlo Conti parla del Covid che lo ha colpito e di cancro con Antonella Clerici per AIRC

Carlo Conti durante la conferenza stampa de I giorni della ricerca ha raccontato di come vive dopo essere risultato positivo al Covid-19, mentre con l’altra testimonial di AIRC, Antonella Clerici, ha parlato di lotta al cancro

Carlo Conti ed Antonella Clerici sono i testimonial dell’AIRC e sono quindi intervenuti nella conferenza stampa dedicata a I giorni della ricerca, con la Rai impegnata nella lotta al cancro con le sue trasmissioni tv. La Clerici, in quel momento occupata con la diretta della sua trasmissione E’ sempre mezzogiorno ha inviato un video, mentre Conti era in collegamento da casa sua, dov’è confinato dopo essere risultato positivo al Covid: così, dopo aver parlato della lotta al cancro, ha anche raccontato di come stia vivendo il complicato momento delle cure e cosa accadrà in merito alla prossima puntata di Tale e Quale Show.

I giorni della ricerca - AIRC
I giorni della ricerca – AIRC

I giorni della ricerca

La prima settimana di novembre, Fondazione AIRC rinnova il tradizionale appuntamento con I Giorni della Ricerca per fare il punto sull’emergenza cancro e raccogliere nuove risorse per i ricercatori impegnati a contrastarla. Un momento che assume ancora maggiore importanza quest’anno in cui la pandemia di Covid-19 ha influito sui progressi della ricerca oncologica, rallentando l’attività nei laboratori e, soprattutto, il trasferimento dei risultati ai pazienti, in particolare per l’approvazione di nuovi farmaci o di nuove strategie terapeutiche.

I numeri confermano che il cancro è un’emergenza a livello mondiale, con cifre spesso superiori a quelle di molte grandi epidemie. Ricercatori e medici non possono permettersi battute d’arresto: in Italia si stima che quest’anno saranno diagnosticati 377.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno. Per incidere su questi dati AIRC sostiene con continuità circa 5.300 scienziati al lavoro per sviluppare diagnosi sempre più precoci e trattamenti più efficaci e mirati per tutti i pazienti.

Nessun commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui