Calcutta: la recensione di Evergreen

Calcutta

Dopo la notorietà raggiunta con Mainstream, il cantautore Calcutta ha pubblicato Evergreen, il nuovo album d’inediti.

Quando a novembre 2015 esplose il fenomeno Calcutta, in pochi ebbero la concezione che l’autore di Latina potesse diventare un punto di riferimento per tanti suoi colleghi. Evergreen, il nuovo album che arriva tre anni dopo il precedente, è stato acclamato ben prima della sua uscita (grazie anche ai tre singoli in anteprima), ponendo ai cultori del cantautorato italiano il seguente dilemma: cosa è andato storto in questi ultimi vent’anni? Il fatto che televisioni, radio, e pseudo riviste musicali abbiano contribuito a questa ingiusta mitizzazione, ha fatto il resto.

Canzoni o non canzoni

“Lo sai che la tachipirina 500 se ne prendi due diventa 1000”. Ecco, in quinta elementare avrei preso sicuramente un ceffone dalla maestra per una frase così sul più banale dei testi. Le dieci tracce dell’album si muovono continuamente sulla stessa lunghezza d’onda: amori confusi, sesso banalizzato come la più stupida delle cose, nullafacenza spacciata come un vanto. A sentire Calcutta, parrebbe che tutto quello che ci capita nella vita sia colpa degli altri o che, semmai accadesse per colpa nostra, basta lavarsene le mani e continuare a vivacchiare. E la musica? Chitarre lo-fi e piano onnipresente. Di sicuro, l’evergreen del titolo si riferisce alla capacità del cantautore di riproporre sempre la stessa canzone.

Calcutta - immagine
Calcutta

Lo specchio della società

Se c’è un’affermazione che si può condividere con gli esaltati fan di Calcutta, è quella in merito ai suoi video, diretti da Francesco Lettieri, che riesce a dar forza a brani che altrimenti crollerebbero con un castello di carta. Orgasmo, Paracetamolo e Pesto sono le tre canzoni trainanti dell’album, le più radiofoniche e sicuramente accettabili nel panorama pop contemporaneo. Molto spesso l’arte è lo specchio della società, e dando uno sguardo alla situazione italica, non stupisce che album come Evergreen possa essere esaltati come l’ancora di salvezza della nostra musica. Permettetemi di dissentire totalmente e, se quest’è la situazione, preferisco affondare.

Evergreen, nuovo album di Calcutta, è uscito il 25 maggio 2018 per l’etichetta Bomba Dischi.

[yasr_overall_rating]

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui