Biagio Antonacci accusato di plagio per la canzone Mio fratello

Biagio Antonacci

Biagio Antonacci è stato accusato di plagio dal musicista Lenny de Luca e la Siae ha sospeso i proventi della canzone Mio fratello, uscita nel 2017 fino alla risoluzione della controversia.

La Siae ha deciso di sospendere la distribuzione dei diritti d’autore, deliberando l’accantonamento dei proventi maturati e maturandi, della canzone Mio fratello di Biagio Antonacci, uscita nel 2017, fino alla risoluzione definitiva della controversia tra il cantante e il musicista Lenny de Luca. Quest’ultimo, infatti, assistito dai legali dello Studio Lione Sarli, ha intentato una causa civile per presunto plagio nei confronti dell’artista milanese, con udienza fissata per la prossima settimana.

Secondo Lenny de Luca e i suoi legali, c’è palese coincidenza nella melodia e in particolare nel ritornello tra la canzone Mio fratello, uno dei successi degli ultimi anni di Antonacci, e un pezzo intitolato Sogno d’amore depositato dal musicista alla Siae più di dieci anni fa. Lenny de Luca lo aveva sostenuto già in una lettera di diffida inviata, nell’ottobre dello scorso anno, all’etichetta discografica del cantante milanese per chiedere il riconoscimento dei diritti d’autore.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui