Benvenuti a Marwen di Robert Zemeckis: Marta Perego racconta l’arte come terapia

Marta Perego racconta come l’arte sia stata una terapia curativa per tanti grandi artisti della storia, così come lo è stata per Mark Hogancamp, protagonista del film Benvenuti a Marwen interpretato da Steve Carell.

Il premio Oscar Robert Zemeckis – il rivoluzionario film-maker che ha diretto Forrest Gump, Flight e Cast Away – dirige Steve Carell nei panni di un nuovo tipo di eroe in un film diverso da qualsiasi altro mai realizzato prima. Basato su una storia miracolosa, Benvenuti a Marwen racconta la storia di un uomo che lotta per guarire e per ritrovare il proprio spirito, grazie al potere della sua immaginazione artistica.

Quando un gruppo di uomini una sera picchia selvaggiamente Mark Hogancamp (Carell) riducendolo in fin di vita e cancellando tutti i suoi ricordi, nessuno si aspetta che l’uomo si riprenda. Ma Mark, mettendo insieme pezzi della sua vecchia e nuova vita, costruisce meticolosamente in miniatura una mitica città belga, Marwen, nella quale può essere il capitano Hogie, un pilota di aerei da combattimento della seconda guerra mondiale. Qui, a Marwen, Mark può essere un eroe, combattere i suoi nemici e contare sui suoi amici. Mentre costruisce un’installazione artistica strabiliante popolata da personaggi in miniatura incredibilmente realistici – un omaggio alle donne più forti che conosce – trae la forza dal suo mondo fantastico per trionfare nel mondo reale.

Un film audace, meraviglioso e puntuale da un rivoluzionario pioniere del cinema contemporaneo, Benvenuti a Marwen dimostra che quando l’unica arma di cui disponi è la tua immaginazione… puoi trovare il coraggio in un luogo assolutamente improbabile.

Benvenuti a Marwen

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui