Nastri d’Argento 2019: Bangla di Phaim Bhuiyan è la commedia dell’anno

Bangla - Phaim Bhuiyan e Carlotta Antonelli

I Nastri d’Argento 2019, a Taormina, incoronano Bangla di Phaim Bhuiyan come commedia dell’anno. Paola Cortellesi si aggiudica il premio come migliore attrice di commedia per Ma cosa ci dice il cervello.

I Nastri d’Argento 2019 premiano Bangla di Phaim Bhuiyan come commedia dell’anno. Inaspettatamente quest’anno la giuria ha scelto il più giovane tra i film in concorso. Opera prima del regista e interprete Phaim Bhuiyan, insieme a Carlotta Antonelli e Pietro Sermonti, Bangla è una divertente commedia a tratti anche autobiografica, che sdrammatizza temi come immigrazione e integrazione.

In gara con Bangla, per la categoria commedia erano: Bentornato Presidente di Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi, Croce e delizia di Simone Godano, Dolceroma di Fabio Resinaro e Troppa grazia di Gianni Zanasi.

Bangla

Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. E’ proprio in occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. Tra i due l’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell’Islam: la castità prima del matrimonio.

Bangla - Phaim Bhuiyan
Phaim Bhuniyan in una scena del suo Bangla

Altra anticipazione sui premi che saranno annunciati  stasera è la vittoria di Paola Cortellesi come migliore attrice di commedia in Ma cosa ci dice il cervello, la spy comedy tutta italiana con la regia di Riccardo Milani, prodotta da Wildside in collaborazione con Sky Cinema e distribuita da Vision Distribution. L’attrice fa il bis un anno dopo il premio per Come un gatto in tangenziale e per la commedia, trionfo per Stefano Fresi, Nastro per il migliore attore per ben tre film: C’è tempo di Walter Veltroni, L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca e, ancora, per Ma cosa ci dice il cervello di Milani. Proprio a Fresi va anche il Premio Manfredi.

Paola Cortellesi in Ma cosa ci dice il cervello
Paola Cortellesi in Ma cosa ci dice il cervello

La serata finale dei Nastri d’argento 2019, stasera è al Teatro Antico è organizzata dal SNGCI con il sostegno del MIBAC, Direzione generale per il Cinema – main sponsor BNL Gruppo Bnp Paribas – con il supporto della Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, Sensi contemporanei, Fondazione Taormina Arte. Un gran finale con la regia di Marco Brigliadori e la collaborazione tecnica di Videcondotto da Anna Ferzetti, con la collaborazione di Videobank per le riprese . Aspettando di vederla in differita su Rai Uno lunedì 8 Luglio in seconda serata, sempre sulle reti Rai tradizionale appuntamento con lo speciale Nastri di Movie Mag grazie a Rai Movie, mercoledì 3 Luglio in seconda serata. Il 9 Luglio invece i Nastri d’Argento andranno in onda nel mondo su Rai Italia.

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui