Avatar 2 – James Cameron: «il sequel sarà una saga familiare tipo Il Padrino»

avatar 2

James Cameron è tornato a parlare di Avatar 2 e lo ha paragonato alla saga de Il Padrino di Francis Ford Coppola. Inoltre il regista ha svelato alcuni particolari sulla trama.

Dopo la conferma ufficiale sulla location di Avatar 2, che sarà girato in Nuova Zelanda, James Cameron è tornato a parlare del suo colossale progetto cinematografico, ovvero i tre sequel di Avatar. La novità questa volta riguarda la trama, visto che Cameron ha svelato che si concentrerà sul personaggio di Jake, interpretato ancora una volta da Sam Worthington. Dopo la burrascosa avventura narrata nel primo film, Jake si è trasferito a Pandora, dove ha messo su famiglia assieme alla sua nuova consorte e da questa premessa verrà sviluppato tutto il plot dei tre film: «Da qui cercheremo di espandere la storia e di portarla avanti», ha detto Cameron, «sarà prima di tutto la storia di una famiglia, quella che Jake ha creato su Pandora. La sua famiglia allargata. Quindi vedetela come una saga familiare in pieno stile Il padrino».

James Cameron, sempre durante l’incontro con la stampa a Wellington, è sembrato particolarmente magnanimo, dispensando altre informazioni riguardo al suo attesissimo lavoro. Una di queste riguarda le voci, apparse sul web qualche tempo addietro, e che sostenevano che gli Avatar 23 e 4, sarebbero stati ambientati nelle profondità dell’oceano; Cameron ha risposto così: «è vero, ci saranno un po’ di cose sott’acqua, però non è vero, come invece è stato più volte detto, che il secondo film sarà ambientato tutto sott’acqua». «Ci saranno scene di ambientazione sottomarina e altre sulla superficie del mare» ha continuato il regista, «esse avranno a che fare con la cultura indigena oceanica, ma saranno distribuite attraverso i tre nuovi film»Avatar 2 potrebbe arrivare a costare un miliardo di dollari e uscirà nei cinema a dicembre del 2016. Tocca aspettare ancora molto, troppo tempo prima di far visita una seconda volta a Pandora. Speriamo solo che le nostre aspettative non vengano deluse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here