Antonello Falqui, ad un anno dalla morte la Rai gli dedica il suo Studio 1 di via Teulada

Antonello Falqui
Antonello Falqui

La Rai intitola lo storico Studio 1 di via Teulada al grande regista Antonello Falqui, autore dei più celebri varietà della tv, a un anno dalla sua scomparsa, ma la cerimonia è rimandata causa covid

Il 15 novembre, ad un anno dalla scomparsa, la Rai rende omaggio al grande regista televisivo Antonello Falqui, dedicandogli lo storico Studio 1 di Via Teulada a Roma, da sempre palcoscenico dei più importanti programmi di intrattenimento dell’Azienda, dove presero il via negli Anni ’50 i primi varietà da lui diretti e che hanno fatto la storia della tv italiana.

Considerato il papà del Varietà televisivo all’italiana, a Falqui si deve il successo, solo per citarne alcune, di trasmissioni come Il Musichiere, del 1957; di quattro edizioni di Canzonissima, tra il 1961 e il 1966, e poi ancora di Studio Uno (indimenticabile varietà che portava, appunto, il nome dello studio dal quale andava in onda), di Milleluci e di tanti successi televisivi anche degli anni ’80 tra i quali Un altro varietà e Cinema che follia.

I suoi programmi, sempre in presa diretta, eleganti nei contenuti e nella scenografia, tra memorabili sketch, coreografie, musica e duetti storici, hanno tenuto compagnia a tre generazioni di italiani e portato alla ribalta personaggi amatissimi dal pubblico del calibro di Mario Riva, Paolo Panelli e Bice Valori, Franca Valeri e Mina. A causa dell’emergenza sanitaria la cerimonia in presenza, prevista in suo onore, viene rimandata a quando le condizioni dovute al covid lo consentiranno. Anche le commemorazioni per il giornalista Sergio Zavoli, a cui la Rai ha deciso di intitolare la celebre Sala Arazzi di Viale Mazzini, sono state rimandate a data da destinarsi.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui