Ana Mena pronta per Sanremo: «Un sogno che si realizza, con Rocco Hunt un medley»

Ana Mena - foto di Attilio Cusani
Ana Mena - foto di Attilio Cusani

Ana Mena si racconta prima del debutto al Festival di Sanremo con Duecentomila ore, brano scritto da Rocco Hunt che sarà presente anche nella serata delle cover

Ana Mena debutterà al Festival di Sanremo 2022 con Duecentomila ore, un brano che la cantante spagnola ha descritto così nella conferenza stampa di presentazione: «Duecentomila ore è una storia d’amore che dura poco ma lascia dietro molto, ha un testo malinconico ma una base sensuale e carica, mi piaceva lasciare questo contrasto, entra facilmente in testa e spero possa anche emozionare».

Per lei è un sogno che si realizza cantare sul palco dell’Ariston: «Cerco di fare il mio omaggio alla musica italiana che amo da sempre come l’ama la mia famiglia, sono cresciuta con i Ricchi e Poveri e tutto il repertorio musicale del vostro Paese di quelli anni. Lo faccio sulla base dell’ammirazione che ho nei confronti del Festival, apprezzato molto anche in Spagna. Tantissimi artisti italiani hanno sempre portato i propri brani nel mercato spagnolo. Per me è un sogno che si realizza essere qua e mi sento davvero grata. Porto un brano in italiano con un team italiano per cui non credo che sia giusto fare polemiche».

Ana Mena - Duecentomila ore cover
Ana Mena – Duecentomila ore cover

Il testo vede la firma di Rocco Hunt che accompagnerà Ana durante la serata delle cover, venerdì 4 febbraio, e i due faranno un medley di tre storici brani della musica italiana: «Sono felice di vivere con Rocco questo momento per me così importante, ci tenevo a condividerlo con lui perché mi sentirò a mio agio sul palco. Il medley sarà composto da Il mondo, una parte inedita carica di energia che Rocco canterà sulla base di Figli delle stelle e infine canteremo Se mi lasci non vale di Julio Iglesias, artista spagnolo che ha fatto brani in italiano come me. Penso possa funzionare e piacere a tutte le generazioni, con l’orchestra ci siamo divertiti a provarlo».

Continua poi l’artista spagnola raccontando come è nata l’amicizia con il rapper napoletano: «Rocco e io ci siamo conosciuti a una festa natalizia due anni fa, mi piaceva molto come artista, trasmette tanta energia e in quell’occasione li dissi che mi sarebbe piaciuto fare una canzone con lui. Pochi mesi dopo ci siamo trovati in studio e abbiamo dato vita a Un passo dalla luna che ha avuto un enorme successo. Sono stato al compleanno di suo padre, ho conosciuto la sua famiglia, abbiamo creato davvero una bella amicizia».

Rocco Hunt e Ana Mena
Rocco Hunt e Ana Mena

Nel caso di vittoria parteciperebbe all’Eurovision e rappresenterebbe in Italia il nostro Paese: «Non ho pensato a quest’ipotesi, sono molto concentrata sull’esibizione e sulla canzone. Sarebbe davvero un bel regalo e un modo per far vedere anche all’estero il bel legame che c’è tra l’Italia e la Spagna». Sarà però difficile riuscirci dato anche il cast, a detta sua ricco di talento: «Mi piacerebbe collaborare con Rkomi, Elisa, Noemi, Mahmood e Blanco. Questo cast è ricco di talento e mi sento fortunata ad essere insieme a tante belle proposte».

Dopo Sanremo sono tanti i progetti in cantiere per Ana: «Sto preparando un album in italiano. Sto lavorando con tanti amici e professionisti, farò vedere anche un lato più intimo. Uscirà nel 2022 ma non sappiamo ancora quando. Ci sarà poi un tour estivo sia in Italia che in Spagna. Spero di tornare anche a fare fiction e perché no anche per la televisione italiana».

Ana Mena - Attilio Cusani ph
Ana Mena – Attilio Cusani ph

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome