Amiche di sangue, recensione del teen thriller con sottile critica sociale

amiche di sangue banner

Con Amiche di sangue, Cory Finley esordisce alla regia con un thriller d’autore originale, interpretato dalle bravissime Olivia Cooke (Ready Player One) e Anya Taylor-Joy (The VVitch).

Amicizia apatica

Le Amiche di sangue di cui parla il titolo italiano del film sono Amanda (Olivia Cooke) e Lily (Anya Taylor-Joy), legate sin dall’infanzia, separatesi a seguito della morte del padre di quest’ultima. Dopo aver perso per anni i contatti l’una dell’altra, le due si ritrovano per delle ripetizioni a casa di Lily. Qui Amanda le rivela di aver scoperto di essere incapace di provare emozioni e, notando gli evidenti contrasti tra l’amica e il suo patrigno, le propone di pianificarne l’omicidio.

Amiche di sangue scena salotto
Anya Taylor-Joy e Olivia Cooke sono Lily e Amanda

Un incipit insolito

Fin dalla prima scena, Amiche di sangue, Thoroughbreds (Purosangue) nel titolo originale, sottolinea come la storia messa in scena dall’esordiente regista Cory Finley non sarà una semplice teen drama, ma, partendo da quella base, andrà a svilupparsi in un thriller con una cinica e sottile critica all’opportunismo di un certo tipo di classe sociale. Il film si apre con Amanda, un cavallo ed un coltello. Questa scena iniziale, composta da due sole inquadrature, è enigmatica e volutamente incomprensibile. Ma servirà ad introdurre il personaggio di Amanda, ragazza totalmente incapace di provare alcun tipo di emozione.

Cinema e tetralità

Il giovane regista divide il film in capitoli, mettendo subito in chiaro la sua provenienza dal teatro. Tuttavia, pur essendo un thriller con una sceneggiatura di stampo teatrale, sfrutta magistralmente il mezzo cinematografico, regalando una messa in scena precisa e ben orchestrata, richiamando molto allo stile dei film di Spielberg e Hitchcock. Finley sfrutta, come Spielberg appunto, la tecnica del piano sequenza per sviluppare dialoghi senza alcun tipo di interruzione data dagli stacchi di montaggio. Si passa quindi da un primo piano a piani più larghi in totale continuità, sottolineando l’evolversi del discorso attraverso la perfetta sincronia di movimenti di filmico (la camera) e profilmico (gli attori). E il piano sequenza è solo una delle tecniche classiche del cinema utilizzate abilmente dal regista, che dà così vita ad un film ricco di trovate interessanti ed originali.

amiche di sangue scena casa
Anya Taylor-Joy, Anton Yelchin e Olivia Cooke in una scena del film

Giovani interpreti

Ottime sono le interpretazioni delle due protagoniste: la Cooke riesce magistralmente a mettere in scena l’apatia di Amanda, alternando lo sguardo freddo e vuoto (tipico del personaggio) con momenti di forte intensità emotiva, tali da trasmettere un grande disagio e alimentare nello spettatore un senso di sospetto nei suoi confronti. Ma è Anya Taylor-Joy a dare vita ad un personaggio estremamente ambivalente ed oscuro, sottile e forse molto più terrificante della strana Amanda, nonostante l’apparenza di innocente ragazzina ricca e viziata, ancora in fase di crescita e di ricerca della sua personalità. Menzione d’onore va poi al bravissimo Anton Yelchin (Star Trek), qui al suo ultimo lavoro prima dello sfortunato e fatale incidente che l’ha portato via nell’estate del 2016. Yelchin interpreta uno spacciatore con il sogno di diventare un grande imprenditore. Il suo ruolo è marginale, ma non di poco conto e l’attore lo rende reale, tangibile, dimostrando che quell’infausta disgrazia ci ha privato di un grande e promettente talento.

Amiche di sangue è un debutto in grande stile, un thriller d’autore che, grazie ad una fotografia estremamente curata, ad una regia capace di sfruttare tecniche classiche con grazia e originalità, e ad uno sviluppo della storia piuttosto imprevedibile, farà riflettere lo spettatore per parecchio tempo anche una volta abbandonata la sala.

Amiche di sangue, un film di Cory Finley, con Anya Taylor-Joy, Olivia Cooke, Anton Yelchin, uscito in sala il 2 agosto 2018, distribuito da Universal Pictures.

Voto

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here