Allen Daviau, morto per Coronavirus il direttore della fotografia di Spielberg, da E.T. a Incontri ravvicinati

Allen Daviau, morto per Coronavirus il direttore della fotografia di Spielberg, da E.T a Incontri ravvicinati

Addio ad Allen Daviau: è morto per Coronavirus il direttore della fotografia di Steven Spielberg col quale ha collaborato a capolavori quali E.T. l’extra-terrestre e Incontri ravvicinati del terzo tipo.

Allen Daviau muore a 77 anni a causa del Coronavirus. A dare la notizia è stato il redattore Colman Andrews attraverso un post su Twitter: “RIP Allen Daviau, mio amico da quasi 60 anni, direttore della fotografia cinque volte candidato all’Oscar, straordinario compagno di sala da pranzo, anima pura, ci ha lasciato ieri sera dopo aver contratto il Covid-19. Addio, amico mio”, ha scritto. Poche parole per riassumere una carriera costellata da numerosi riconoscimenti e molta stima nutrita nei suoi confronti dagli addetti ai lavori.

In primis quella del regista Steven Spielberg: Daviau aveva firmato la fotografia di uno dei suoi primi progetti, il cortometraggio Amblin’ (1968). In seguito i due hanno lavorato fianco a fianco nella creazione di veri e propri cult del cinema. Basti citare Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977), E.T. l’extra-terrestre (1982), Indiana Jones e il Tempio Maledetto (1984) e Il colore viola (1985).

Allen Daviau (a sinistra) accanto a Steven Spielberg (al centro)
Allen Daviau (a sinistra) accanto a Steven Spielberg (al centro)

Ben 5 le candidature all’Oscar come direttore della fotografia. Nel 1985 arriva un Bafta per L’impero del sole (sempre diretto da Spielberg). L’ultimo lavoro risale al 2003, quando Allen Daviau si è occupato della fotografia per un altro film di grande successo: Van Helsing, diretto da Stephen Sommes.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui