Alessandro Preziosi in Liberi di scegliere: mi piacciono i personaggi socialmente utili

Video intervista ad Alessandro Preziosi, protagonista del film tv RAI Liberi di scegliere. Con piccolo scoop finale.

Vi presentiamo la nostra video intervista esclusiva ad Alessandro Preziosi, protagonista del film tv Liberi di scegliere diretto da Giacomo Campiotti, in cui veste i panni del giudice Roberto Di Bella, impegnato a strappare alla ‘ndrangheta i giovani indirizzati verso una brutta strada, prima che sia troppo tardi. E sul finale di intervista ci regala anche un piccolo scoop di cui erano all’oscuro anche i suoi collaboratori..

Sinossi: Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Carmine Buschini, Federica Sabatini, Federica De Cola, Corrado Fortuna, Vincenzo Palazzo e con la partecipazione di Francesco Colella sono i protagonisti del film tv drammatico in prima visione tv martedì 22 gennaio alle 21.25 su Rai1, Liberi di scegliere. Marco Lo Bianco è un giudice del Tribunale dei Minori di Reggio Calabria e ha un sogno: strappare i ragazzi alla ‘ndrangheta. Giorno dopo giorno ha visto sedere nella stessa aula di tribunale i figli delle più importanti famiglie mafiose della provincia. E ha capito una cosa: la ‘ndrangheta non si sceglie, si eredita. Quando incontra Domenico, ultimo componente di una cosca di cui anni prima ha arrestato il fratello, decide che è arrivato il momento di dire basta. Inizia una strada difficile che costringerà tutti ad abbandonare le proprie certezze. Lo Bianco e i suoi assistenti si confronteranno con i codici e i sentimenti di quelle famiglie che hanno considerato sempre e solo come cosche criminali. I più giovani, Domenico e Teresa, impareranno che esiste una famiglia allargata, rappresentata dallo Stato e dalla Comunità civile, pronta ad aiutarti a realizzare un futuro diverso, in cui poter essere, finalmente, liberi di scegliere. Il sogno del giudice dei minori Lo Bianco è quello di strappare i ragazzi alla  ndrangheta. Le famiglie si assicurano il potere sul territorio grazie alla continuità generazionale, costringendo i figli a fare il mestiere dei padri. Ed è così che quando si ritrova davanti anche Domenico, l’ultimo componente della potente famiglia Tripodi, con una scelta che non ha precedenti, Lo Bianco dispone l’allontanamento del ragazzo dalla Calabria e il decadimento della responsabilità genitoriale sia per il padre latitante, che per la madre…

Liberi di scegliere - Alessandro Preziosi
Liberi di scegliere – Alessandro Preziosi

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui