Addio a Philippe Nahon, l’attore di thriller stroncato dal Coronavirus

Philippe Nahon

L’attore francese Philippe Nahon, che lavorò con Spielberg e Kassovitz, è morto dopo una lunga malattia aggravata dal contagio da Coronavirus.

L’attore francese Philippe Nahon è morto all’età di 81 anni dopo una lunga malattia aggravata dal contagio da Coronavirus. L’annuncio della scomparsa è stato dato sui social dallo sceneggiatore e attore francese Alexandre Astier, autore della serie tv Kaamelott in cui Nahon veste i panni di Goustan de Carmélide, e dalla Cinématèque de France.

Nato il 24 dicembre 1938 a Parigi, Nahon era sposato con l’attrice Elisabeth Weissman. Philippe Nahon aveva esordito sul grande schermo nel 1962 con Jean-Pierre Melville. Tra i suoi film di spicco vanno ricordati Un héros très discret di Jacques Audiard, I visitatori 2 – Ritorno al passato, Il patto dei lupi, Alta tensione di Alexandre Aja, Adèle e l’enigma del faraone di Luc Besson. Tra le collaborazioni più fortunate della sua carriera ricordiamo quella con Gaspar Noé.

L'attore Philippe Nahon
L’attore Philippe Nahon

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui