A mano disarmata: conferenza integrale con Claudia Gerini e Federica Angeli

Video integrale della conferenza stampa di A mano disarmata, con Claudia Gerini, Federica Angeli, Francesco Venditti e il regista Claudio Bonivento che invita polemicamente Salvini a vedere il film.

Vi presentiamo il video integrale della conferenza stampa di A mano disarmata, il film di Claudio Bonivento vincitore del Nastro d’argento per la legalità. Presenti insieme al regista i protagonisti Claudia Gerini e Francesco Venditti, la giornalista Federica Angeli (reale protagonista della vicenda), la sceneggiatrice Domitilla Shaula Di Pietro e il produttore Andrea Di Nardo. Oltre a raccontare delle vicende del film, particolare critica è stata mossa al Ministro Matteo Salvini da parte di Claudio Bonivento, che lo invita apertamente a visionare il film, prima di discutere di rimozione delle scorte a personaggi come Roberto Saviano. A mano disarmata esce oggi 6 giugno nei cinema, distribuito da Eagle Pictures.

Disponibili anche la nostra video intervista esclusiva alla protagonista Claudia Gerini e a breve all’attore Daniele Monterosi.

Sinossi: A mano disarmata è il nuovo film di Claudio Bonivento interpretato da Claudia Gerini, nel ruolo di Federica Angeli, la giornalista di Repubblica che dal 2013 vive sotto scorta a causa delle minacce mafiose ricevute per le sue inchieste sulla criminalità organizzata a Ostia. Prodotto da Laser Digital Film in collaborazione con Rai Cinema, A mano disarmata è tratto dall’omonimo libro autobiografico di Federica Angeli (edito in Italia da Baldini e Castoldi). La sceneggiatura è firmata da Domitilla Shaula Di Pietro in collaborazione con la stessa Angeli. Da cronista dell’edizione romana di “La Repubblica”, Federica Angeli prende in mano la sua vita e decide di usarla, senza risparmio, in una causa civile: la lotta ai clan mafiosi che infestano Ostia. La sua arma è – e sarà sempre – la penna. Il film racconta le tappe della sua sfida alla malavita, iniziata nel 2013 e non ancora finita, senza mai dimenticare la sua dimensione di donna, madre e moglie: il coraggio e la paura, la solitudine e la solidarietà, la disperazione e l’entusiasmo per una battaglia combattuta a viso aperto.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui