L’amica geniale: recensione di Le scarpe e L’isola

L’amica geniale con gli episodi Le scarpe e L’isola mostra Lila e Lenù alle prese con le prime difficili decisioni e con le prime esperienze di vita, toccando con crudezza la dolorosa realtà della violenza sessuale.

Le scarpe e L’isola

Nel quinto e sesto episodio de L’amica geniale, intitolati rispettivamente Le scarpe e L’isola, c’imbattiamo nelle decisioni difficili, nelle nuove esperienze e negli avvenimenti inaspettati che travolgono le vite di Lenù (Margherita Mazzucco) e Lila (Gaia Girace) e che inevitabilmente le portano a crescere e maturare. Mentre Elena prosegue con successo gli studi classici e lascia il primo fidanzatino, la giovane Cerullo, ancora scossa dagli accadimenti del capodanno, si allontana dal fratello e dagli “studi clandestini”, e subisce un corteggiamento serrato da Marcello Solara (Elvis Esposito), che pur di averla in sposa s’ingrazia la famiglia della ragazza.

La corte di Marcello Solara

A fare da filo conduttore alla vicenda, sono quelle scarpe che i fratelli Cerullo hanno creato di nascosto, sperando in un futuro migliore. Le scarpe che il padre disprezza, forse per invidia della vulcanica creatività dei figli; le scarpe che Marcello Solara usa come escamotage per tentare di affabulare Lila e i suoi familiari, quelle scarpe che la giovane creatrice custodisce gelosamente, poiché convinta che la porteranno lontano, a grandi falcate, verso un sogno puro e incontaminato, che non vuole fare inquinare dall’intrusione di Solara e dalla malavita rionale.

L'amica geniale - Marcello Solara (Elvis Esposito) dichiara il suo amore a Lila (Gaia Girace) nell'episodio "Le scarpe"
L’amica geniale – Marcello Solara (Elvis Esposito) dichiara il suo amore a Lila (Gaia Girace) nell’episodio “Le scarpe”

La prima volta al mare

Giunta l’estate per le due amiche arriva il momento di separarsi e di fare le proprie esperienze, e la conoscenza di come gira il mondo. Per Lenù si presenta l’occasione di fare la sua prima vacanza al mare, lontana dalla pressione e dalla piccolezza del rione, dove invece è costretta a rimanere Lila, sempre più oppressa dalla corte di Solara, e dalla tirannia del padre che vede in quest’unione un’ottima opportunità di rilancio per la propria famiglia. Le giornate della giovane Greco, trascorrono però prive di emozioni, tra romanzi di Maupassant e di Charles Dickens e lunghe lettere all’amica, cui racconta la bellezza del mare e del paesaggio, continuando a vivere nell’ombra di Lila e della sua ingombrante presenza, anche quando non è al suo fianco.

Il mostro dietro la maschera

Ma presto si abbatte su Elena un evento che le sconvolge l’esistenza, e che la obbliga a confrontarsi con la disgustosa e crudele realtà delle molestie sessuali: l’arrivo sull’isola della famiglia Sarratore, croce e delizia della sua estate ischitana. La casta tenerezza con cui il suo amato Nino (Francesco Serpico), le stampa un dolce bacio sulle labbra, si contrappone alla durezza e alla lasciva veemenza con cui Donato Sarratore (Emanuele Valenti) cerca di rubarle l’innocenza e l’ingenuo romanticismo del primo amore. Un avvenimento che la segna per sempre, che la spiazza e la nausea, che la blocca e la ripugna, che la rinchiude in una prigione di silenzio e omissione. Un atto vile perpetrato da colui che riteneva un amico e una fonte d’ispirazione, che lasciando cadere la maschera del bravo padre di famiglia, ha rivelato la vera natura di mostro ignobile nascosta da tempo nel suo profondo io.

L'amica geniale - Francesco Serpico (Nino Sarratore), Miriam D'angelo (Marisa sarratore) e Margherita Mazzucco (Lenù) in una scena dell'episodio L'isola
L’amica geniale – Francesco Serpico (Nino Sarratore), Miriam D’angelo (Marisa sarratore) e Margherita Mazzucco (Lenù) in una scena dell’episodio L’isola

La crudele verità sul volto di Margherita Mazzucco

La crudezza con cui Saverio Costanzo mette in scena la dolorosa pagina di Elena Ferrante, permette alla bravura della giovanissima e talentuosa Margherita Mazzucco, attraverso quello sguardo bagnato di lacrime, perso nel vuoto e alla disperata ricerca di un posto sicuro dove rincantucciarsi, fingendo che quel terribile evento non stia accadendo, di dar vita ai pensieri di quelle povere vittime inconsapevoli di violenza, e della società patriarcale che le rende ingiustamente tacite e compiaciute complici.

In attesa degli ultimi due episodi, che andranno in onda martedì 18 dicembre su Rai 1, potete leggere le nostre recensioni delle puntate precedenti cliccando qui.

Voto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here