Home Cinema e Film News Cinema e Film I migliori film sul poker, da Il giocatore a Molly’s Game fino...

I migliori film sul poker, da Il giocatore a Molly’s Game fino a Cincinnati Kid

Il giocatore - Matt Damon
Il giocatore - Matt Damon

Poker e cinema si sono spesso incrociati: vediamo alcuni tra i migliori film che hanno come tema centrale il tavolo verde dai più recenti Il giocatore e Molly’s Game fino al precursore Cincinnati Kid

Il legame tra il mondo del poker e quello cinematografico è decisamente più stretto e importante di quello che si potrebbe mai pensare. Anzi, nel corso degli anni sono state realizzate tantissime pellicole che hanno come argomento o scenario principale proprio questa disciplina.

Merito senz’altro anche dell’attenzione sempre maggiore che il poker sta ottenendo a livello mondiale. L’evoluzione tecnologica ha permesso indubbiamente di raggiungere sempre più persone che, ormai, anche semplicemente usando il proprio tablet o smartphone hanno la possibilità di connettersi a una delle piattaforme presenti online, puntare e divertirsi, tenendo conto ovviamente di quelli che sono i più vantaggiosi e convenienti bonus deposito da sfruttare per iniziare a giocare a poker.

Ma focalizziamo l’attenzione su tre film in cui il poker è elemento centrale nella storia.

Il giocatore – Rounders

Ecco una pellicola che si può tranquillamente annoverare tra i classici legati all’universo del poker. Si può considerare a tutti gli effetti ancora oggi una delle più interessanti e apprezzate pellicole che si riferiscono a questo genere. Il giocatore, è infatti uno dei primi film che hanno analizzato e spulciato a fondo il mondo del gioco d’azzardo moderno e, soprattutto, tutti quei meccanismi che sono correlati con le World Series of Poker.

In questo film si cerca di analizzare l’universo del poker clandestino, concentrandosi molto sul giovanissimo personaggio interpretato da Matt Damon, che si chiama Mike McDermott, che deve affrontare delle partite con stakes particolarmente elevati con l’unico intento di dare una mano al suo grande amico Worm a ripagare una serie di debiti che quest’ultimo ha contratto con vari strozzini. Il film è uscito nel 1998 ed è ambientato ovviamente in quel di New York: niente male a livello di incassi, che hanno raggiunto l’ottima cifra di 23 milioni di dollari.

Molly’s Game

Ecco un’altra pellicola che è diventata estremamente famosa e che si riferisce al mondo del poker. Tutti coloro che hanno una notevole passione nei confronti del poker clandestino dovrebbero senz’altro gustarsi questo film almeno una volta nella vita, tratto dall’omonimo libro.

La protagonista è, manco a dirlo, Molly Bloom, che lascia l’università e si trasferisce a Los Angeles. Una storia molto complessa, in cui Molly finisce per diventare la principale organizzatrice di alcune tra le più importanti ed esclusive partite ad elevati stakes dedicate solamente ai personaggi più in vista di Hollywood. Un flusso di denaro che finisce con l’FBI che si interessa allo scenario in questione: una delle pellicole sul mondo del poker che hanno fatto maggiormente breccia nel pubblico. Uscito nel 2017, questo film ha realizzato un incasso complessivo di ben 59,3 milioni di dollari.

Cincinnati Kid

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una pellicola che si può considerare a tutti gli effetti un grande classico. Tra i protagonisti del film Cincinnati Kid troviamo alcune leggende del cinema, come Ann-Margret e Steve McQueen.

Si tratta di un vero e proprio capolavoro, che vede Eric The Kid Stoner cercare di migliorare il più possibile le sue capacità e qualità sul tavolo verde, nel tentativo di alzare sempre di più gli stakes delle partite a cui prende parte. In questo film è interessante notare come venga messa in evidenza soprattutto la variante 5 card-stud, in una serie di match a cui partecipa il protagonista.

Il film ha ricevuto gli elogi della critica, anche se chiaramente qualche piccolo neo è stato immediatamente trovato da tutti coloro che giocano a poker abitualmente e in modo professionistico, come ad esempio le scene che, in alcuni casi, non risultano essere molto realiste. In ogni caso, il film lanciato nel 1965 e ambientato nella New Orleans degli anni Trenta nel bel mezzo della Grande Depressione, incassò ben 7 milioni di dollari.

Non solo film, ma anche le serie tv hanno spesso utilizzato il tavolo verde, vediamolo in quest’altro articolo.

1 commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version